Trattamento Chiropratico

La prassi chiropratica comprende:

chiropratica

• la formulazione della diagnosi chiropratica;
• l’intervento per il ripristino dell’integrità neurologica e biomeccanica attraverso il trattamento chiropratico adatto al caso;
• terapie manuali con particolare rilievo attribuito alla manipolazione vertebrale (tecniche specifiche);
• terapie fisiche, programmi d’esercizio, rieducazione del paziente; e la consulenza ai pazienti sullo stile di vita più salutare.

I chiropratici non fanno uso di farmaci né di chirurgia, quando tali tipi di intervento si ritengono necessari i pazienti vengono indirizzati nelle strutture appropriate.


L’aggiustamento chiropratico contribuisce a rimettere in equilibrio l’organismo e a fargli ritrovare la forza per vincere le malattie, infatti, secondo la chiropratica, se l’organismo è in equilibrio è capace di prevenire le malattie e di aiutare il corpo a combatterle. La malattia subentra quando si inceppa il meccanismo di difesa. E a questo proposito vengono dati consigli pratici su come modificare alimentazione, postura e altro.

I chiropratici usano un’ampia varietà di tecniche sofisticate. La procedura specifica per il trattamento sarà impostata solo a seguito dell’attenta valutazione delle radiografie e dei risultati dell’esame obiettivo.

In circostanze normali, il trattamento non è doloroso. È però possibile che durante la correzione manuale il paziente avverta un certo fastidio, che dura per pochi secondi. L’adjustment è una procedura assolutamente sicura. La percentuale di rischio è inferiore ad una possibilità su un milione.

 

Vai al prossimo capitolo - DI COSA CI OCCUPIAMO

 

I chiropratici sono in possesso di Laurea e Abilitazione U.S.A. come “Doctor of Chiropractic” un titolo da non confondere con quello in Medicina e Chirurgia. La professione chiropratica riconosciuta dallo stato italiano è ancora in fase di regolamentazione ma il chiropratico può esercitare le sue mansioni liberamente come professionista.

Chiamaci

Contattaci

Share by: